Click here for english version

Gara dal doppio volto per Texas Tech che, dopo un brutto primo tempo, cambia faccia nella seconda parte del match e conquista la vittoria in trasferta contro Texas. Dopo un primo periodo caratterizzato, forse, da una delle peggiori prestazioni della stagione, con grandi difficoltà sia offensive (10 palle perse) che difensive, un secondo tempo di tutt’altro registro (43 punti segnati), in cui i Red Raiders hanno la pazienza di ricucire lo svantaggio lungo tutto il periodo e infine di passare avanti e conquistare la vittoria nei minuti finali. Una vittoria in trasferta molto importante per i ragazzi di coach Beard che quest’anno, lontano dalle mura amiche, si sono trovati spesso in difficoltà.

La partita parte a rilento e nei primi minuti di gioco le due squadre, complici diversi errori al tiro da entrambe le parti, faticano a smuovere il tabellino, 8-8 dopo 8’. Texas però, dopo l’impasse iniziale, mette a segno un parziale importante di 14-0 a cui Texas Tech fatica a rispondere per via di problemi offensivi, 8-22 dopo 13’ di gioco. I Red Raiders, guidati in particolare da Terrence Shannon provano a ricucire lo svantaggio, ma il canestro a fine periodo di Ramey permette a Texas di chiude il primo periodo con un vantaggio in doppia cifra. Dopo 20’ di gioco il punteggio è di 19-31 in favore di Texas.

Al ritorno in campo Texas Tech sa che se vuole conquistare la vittoria, deve per forza cambiare faccia e lo fa sin da subito, iniziando a rosicchiare punto dopo punto il vantaggio avversario, con Davide Moretti che con la sua tripla segna il -7 dei Red Raiders, 30-37 a 16’ dalla fine. È sicuramente un’altra Texas Tech, ma Texas comunque non molla cercando di rispondere colpo su colpo, ma i Red Raiders mettono a segno un altro break e con Edwards riescono ad impattare il match, 41-41 a 13’ dalla fine. Le due squadre ora si affrontano a viso aperto, rispondendosi canestro dopo canestro e mantenendo il match in equilibrio, ma sempre con Texas in vantaggio, 47-48 a 7’ dalla fine. A 6’ dalla fine però arriva finalmente il sorpasso di Texas Tech che riesce a mettere la testa avanti nuovamente, dopo i vantaggi dei primi minuti di partita. La distanza tra le squadre è minima, con i minuti finali caratterizzati da sorpassi e controsorpassi, in cui però a 1.42” dalla fine è Texas Tech ad essere sopra per 58-57. Nei minuti finali i Red Raiders mostrano il loro marchio di fabbrica numero uno, ovvero la difesa e rendono difficile la vita a Texas che prova varie volte, invano, a ripassare in avanti ma viene fermata per ben 3 volte di fila dalle stoppate di Holyfield. A chiude il match sono 4 liberi consecutivi di Davide Moretti, freddissimo dalla lunetta, che pone fine alle speranze di Texas e regala la vittoria alla sua Texas Tech. La partita si chiude con il punteggio di 62-57 in favore di Texas Tech.

Per Davide Moretti una partita non esaltante dal punto di vista realizzativo, ma molto intensa da quello difensivo, con la mano del #25 che però non trema quando deve segnare i liberi finali decisivi. Chiude con 7 punti e 6 rimbalzi in 37 minuti di gioco.

Clicca qui per il tabellino completo

Twitter
Visit Us
Instagram