Cosa sta facendo Chris McNealy in questo momento?
“Mia moglie ed io abbiamo un B & B sulle colline tra Bologna e Firenze, aiuto qui con tutte le attività quotidiane sulla gestione dell’azienda, oltre a fare tour per gruppi di americani che vengono in vacanza in Italia. Organizzo visite in varie città, musei, punti di interesse religiosi, degustazione di vini, ristoranti gastronomici, shopping, golf e molto altro.
Sono anche socio di un’azienda di abbigliamento uomo Italiana. Abbiamo linee di vestiti per abiti per persone di 2 metri e oltre. Di solito viaggio per incontrare
e servire clienti tipo giocatori che giocano in Italia e in tutta Europa “.

Cosa ricordi della tua esperienza europea?
“Ricordo soprattutto la crescita della persona che sono diventato vivendo e giocando in Europa, visto che un giovane americano che vive da solo in Europa ha comunque avuto momenti difficili e solitari lontano dalla famiglia e dagli amici, dopo essersi aperto e aver acquisito nuova esperienza. Ho scoperto un posto pieno di cultura con persone di grande cuore, aperte e sono stato in grado di capire che stavo vivendo il meglio dei due mondi. Ancora oggi vivo in Italia e negli Stati Uniti con amici in tutta Europa che visito spesso “.

Quali sono le maggiori difficoltà che hai dovuto affrontare in un paese straniero?
“Le mie prime difficoltà sono state la lingua e la mancanza di tutte le cose a cui ero abituato a casa: in quanto giocatore professionista le difficoltà sono davvero minori perché la squadra di solito si occupa di tutte le cose, ora come cittadino normale ho imparato a conoscere la burocrazia di fare affari in Italia, ha le sue difficoltà “.

Quanto tempo ci è voluto per adattarsi a uno stile di gioco diverso?
“All’inizio è stato un aggiustamento difficile, per me è stato più difficile l’adattamento al nuovo stile di vita e alle aspettative. Onestamente mi ci è voluta un’intera stagione e non ho mai avuto il giusto equilibrio fino a quando non sono tornato negli Stati Uniti e ho giocato nell’NBA…al mio ritorno in Italia ero un giocatore e una persona più matura e sapevo cosa aspettarmi “.

In che modo il reclutamento tra scuole e college americani è cambiato negli ultimi anni?
“I giocatori delle scuole superiori stanno ora prendendo decisioni se vogliono frequentare il college o avere la possibilità di diventare professionisti. I giocatori al college stanno prendendo decisioni in merito al loro completo periodo di eleggibilità o alla carriera professionale, drasticamente a causa delle opportunità finanziarie che hanno portato altre persone di loro interesse nel processo decisionale del giocatore “.

Quali sono i vantaggi per un atleta “one and done?
“Gli aspetti positivi sono le possibilità della ricchezza istantanea, quelli negativi sono la possibilità di fallire e di non avere un’educazione universitaria su cui contare”.

Cosa ne pensi della stagione NCAA?
“Quello del College è un basket molto eccitante, è fantastico per i giocatori imparare a giocare ad alto livello, ma anche prepararli per il loro futuro. Bilanciare gli studi scolastici e la formazione con il gioco sviluppa la responsabilità che i giocatori dovranno poi usare, nel gestire la loro vita come atleta professionista o nella normale vita di tutti i giorni “.

Christopher “Chris” McNealy (Fresno, 15 luglio 1961) ha giocato a basket come professionista nella NBA, in Italia e in Spagna. È il padre di Chris McNealy, a sua volta cestista. Sposato ed attualmente residente in Italia.
Ala piccola/Ala forte di 201 cm per 100 kg. Atleta dalla struttura fisica statuaria, devastant, debordante. Rapido e veloce, forte e verticale. Preferiva finire in area, ma poteva colpire anche fronte a canestro.

Carriera da Giocatore

Roosevelt High School
1979-1980
Santa Barbara Community College
1980-1983

Club
S. Jose St. Spartans 1983-1984
Trieste 1984-1985
Albany Patroons 1985-1986
B.S. Bombardiers 1986-1987
N.Y. Knicks 1987-1988
La Crosse Catbirds 1988-1989
Aurora Desio 1989-1990
Fortitudo Bologna 1990-1993
Montecatini S.C. 1993
Santeros de Aguada 1993-1994
Montecatini S.C. 1995
Gig. de Carolina 1995-1996
Andorra 1996-1997
León 1997-1998
Siviglia 1998-1999
Granada 1999

Twitter
Visit Us
Instagram