La strada per la finale finisce Martedì mattina alle 3,20, TTU giocherà l’ultima partita della stagione, la partita per il titolo NCAA 2019.
La strada per la finale finisce a MINNEAPOLIS, ed i RED RAIDERS ci arrivano con pieno merito, battendo in modo chiaro e netto Michigan State di Coach Izzo davanti a una marea di 72mila spettatori, nell’arena dei Minnesota Viking (Football Americano) con il punteggio di 61-51, dopo un primo tempo equilibrato (23-21) e nervoso, molto duro, caratterizzato da tanti falli e tante palle perse.
La prima spallata alla partita la prova a dare il MORO, con cinque punti filati, di qualità altissima, ad inizio secondo tempo; poi il risveglio di Culver (1 punto solo all’intervallo lungo) chiude la partita in modo definitivo.

Il sogno continua, la stagione, che finirà solo con la partita che tutto il mondo seguirà, e che tutti vorrebbero giocare, grazie a questa splendida March Madness giocata dal MORO e dai suoi compagni, è diventata da eccellente a straordinaria ed unica.

Lubbock, una città impazzita, ha seguito il viaggio della sua Texas Tech University con amore e passione da ogni angolo, anche dal cubo maxi schermo della United Supermarkets Arena.

A questo punto rimane quindi una solo sfida tra i RED RAIDERS, Cinderella della March Madness 2019, arrivata in finale con il seed #9, e la favorita Virginia, che nelle valutazioni di inizio “ballo” era data alla #2.

Con la voce rotta dall’emozione e con le lacrime di felicità negli occhi, sorretto da un orgoglio grande come la distanza che mi separa fisicamente dal centro di tutto questo, quello che ci aspetta è comunque qualcosa di speciale: un’altra notte in piedi sul divano, a seguire e vivere la storia che, comunque vada, avrà il suo lieto fine…averla vissuta!!

#NGU